Avvolte ritornano. Avvolte no.

AVVOLTE ci manca scrivere in maniera del tutto libera e fuori da schemi di ogni sorta.

Oggi ho deciso, mentre scrivevo le nuove puntate di “Calibrozero”, un feuilletton (racconto a puntate, insomma) per “L’indro”, un giornale online con il quale ho il culo spropositato di lavorare, che volevo tornare a vedere che si dice nel mondo vasto e spensierato dei blog.

E allora eccomi qua.

…niente eh?

Immaginavo.

Beh, io ho passato l’estate lavorando e cercando di capire perchè non riesco a mantenere un rapporto di amicizia stabile manco a pagarlo. E’ ormai evidente che il problema sono io, e allora tanto vale farci l’abitudine, sebbene a volte, vedere delle foto su facebook e capire che ci saresti dovuto essere anche tu, che you belong there, o il non capire più di cosa parlano le persone a cui ancora, malgrado tutto, vuoi bene, perchè ormai hanno sviluppato altri tormentoni o episodi divertenti, fa sempre fottutamente male. Qualche persona cinica e poco intelligente dirà che la colpa è solo mia, che me la sono cercata e chissà quante altre stronzate, io invece sono abbastanza maturo da capire che la colpa, quando un’amicizia o un rapporto in generale, si rompe, è sempre da entrambi i lati…magari in percentuali diverse, ma c’è sempre.
Di stabile, e bellissimo come sempre, forse di più, c’è invece il mio rapporto con Ale, che è ogni giorno più bello ed ogni giorno più profondo…e mi manca, per dio.

Vivere in città diverse per praticamente 8 mesi l’anno è un gran problema, purtroppo…però l’amore è forte, ed è questo l’importante.

Mah…quickpress, solo per sfogarmi un po’.
Ciò detto, vi saluto, e vi auguro una buona giornata ed un buon weekend.

Ah, a proposito, se volete leggere Calibrozero, vi metto il link della prima puntata! Si tratta di un giallo-noir/commedia! http://lindro.it/Allergie-e-strette-di-mano

Annunci

Informazioni su ritaglidipensiero

Aspirante è la parola che mi si addice di più. Aspirante musicista, aspirante scrittore, aspirante interprete...fondamentalmente aspiro.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Avvolte ritornano. Avvolte no.

  1. Shunrei ha detto:

    Bentornato e… complimenti, a me quella “prima puntata” è piaciuta tantissimo!! 🙂
    E provvedo subito a leggermi anche le successive… 😉

  2. caterina ha detto:

    Non ti angosciare,ti do ragione quando dici che quando si interrompe un rapporto la colpa è da dividere ma credo che alla lunga gli altri si renderanno conto anche dei loro errori e tu dei tuoi!ma è la vita che va cosi,amicizie,amori possono nascere e morire ma possono anche rinascere se si usa l’intelligenza per capire i propri limiti e quelli degli altri,le proprie debolezze e quelle altrui!

  3. ritaglidipensiero ha detto:

    Grazie shushu! Commenta se ti va 🙂

  4. Foglianera Chihyro ha detto:

    Non lo so… a volte mi rendo conto che la mia nozione di “amicizia” è diversa dalle altre… insomma ognuno ha in suo punto di vista… e quindi quando arrivi a perdere delle amicizie (ho il tuo stesso identico problema… in realtà ora non ce l’ho più perché sono sprofondata della sociofobia *scherzo ma non troppo*) a volte non è per un evento, o un mancato evento, o per qualcosa che è stato detto o non detto… capita così… languidamente… le due nozioni dello stesso sentimento divengono linee parallele che non si incrociano mai… E’ sempre paradossale… o forse è più logico di quanto non si voglia credere…
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...