Temporaneamente fuori di capa, ossia la vera storia di uno studente sfigato alla fine di Maggio

Non scrivo da un po’ ma, non per trovare scuse, non ho avuto davvero tempo.

Innanzitutto ho cominciato a scrivere per Fantasy Magazine (qui il link al mio primo articolo http://www.fantasymagazine.it/notizie/16974/chris-hemsworth-da-thor-a-biancaneve/).

Per di più, l’università mi sta dando i soliti problemi, non faccio altro che studiare e mi sembra, a volte, di non risolvere nulla, di non arrivare da nessuna parte.

Come se non bastasse, a Milano è arrivato il caldo, soffocante e afoso come sempre. Ah, e una cosina chiamata terremoto a mettersi in mezzo. Per non parlare del fatto che devo trovare casa.

Diciamo pure che la mia salute mentale in questi giorni sta andando a farsi strabenedire.

Sto preparando un esame pesante, con dei libri scritti con i piedi, che devo praticamente tradurre dal “coglionese” all’italiano, prima di studiare. Doppio lavoro, metà dei risultati.

Mi manca uscire un po’ la sera, prendermi una bella birretta alle Colonne, farmi una passeggiata, fumarmi una sigaretta fuori da queste quattro mura, conoscere gente nuova.

Però devo fare la persona seria, almeno in queste poche settimane, e darmi da fare, sebbene preferirei una sprangata sulla schiena.

Prima o poi scrivo un pezzo impegnato, promesso.

Poi però.

Molto poi.

Annunci

Informazioni su ritaglidipensiero

Aspirante è la parola che mi si addice di più. Aspirante musicista, aspirante scrittore, aspirante interprete...fondamentalmente aspiro.
Questa voce è stata pubblicata in Me medesimo., sfoghi e affini e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Temporaneamente fuori di capa, ossia la vera storia di uno studente sfigato alla fine di Maggio

  1. Modessa ha detto:

    Sò momenti. Mai prendere tutto troppo sul serio però, se no non se ne esce vivi.
    E non uscire con l’ansia di dover studiare non è la soluzione.
    Da quando ho smesso di tapparmi in casa va molto meglio, credimi.

    🙂

  2. ondalunga ha detto:

    io da laureata oramai da 12 anni ti dico: ti capisco.
    un periodo di mmmmmmmmmmm voglia di studiare zero motivazione -10. però poi è finita.resisti e soprattutto finisci. c’è la luce fuori dal tunnel!

  3. abissodeipensieri ha detto:

    Se scrivi è sempre cosa buona e giusta (anche se non si tratta di un pezzo impegnato). Scrivi e futtitindi XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...