Collare di corallo

image

Non mi importa se vuoi farmi a pezzi.
Mi importa poco o nulla se vuoi usare il mio cuore come posacenere, come portachiavi, come fibbia per legare stretta la cintura dei tuoi pensieri.

Un collare di corallo mi ha reso schiavo del tuo collo, mentre mordendolo ti lasciavo i segni.
Una prigione umida le tue labbra, sulle quali cavalcavo blaterando di libertà, in quello stesso momento negata dal loro essere così dolci, succose e tiepide.

E come un condannato a morte trova nell’orizzonte un ultimo sospiro, nella schiavitù del tuo collo e nella prigione delle tue labbra io trovo riposo; un rassegnato, controverso senso di pace eterna.

Muoio così,  sospirando al vento le parole che non ho saputo dirti o che, forse, ti ho detto troppo bene.

Annunci

Informazioni su ritaglidipensiero

Aspirante è la parola che mi si addice di più. Aspirante musicista, aspirante scrittore, aspirante interprete...fondamentalmente aspiro.
Questa voce è stata pubblicata in sfoghi e affini e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...