Archivio dell'autore: ritaglidipensiero

Informazioni su ritaglidipensiero

Aspirante è la parola che mi si addice di più. Aspirante musicista, aspirante scrittore, aspirante interprete...fondamentalmente aspiro.

Ritagli di canzoni #7: La mia barchetta ferma in mezzo al mare

Abbiamo tutti quella che Brunori chiama “quella barchetta ferma in mezzo al mare“. È quel pensiero ricorrente che ci salva dalla quotidianità asfissiante, quel “prima o poi” che ci piace credere realizzabile, seppur in una dimensione diversa da quella attuale. … Continua a leggere

Pubblicato in Ritagli di canzoni, sfoghi e affini | Contrassegnato , , , , , | 3 commenti

Vedo Gente

Vedo gente. Gente che tende a rovinarsi con le proprie mani. Figli dei social network, spogliano i propri pensieri nella tristezza di una pagina bianca. Si comportano come quattordicenni davanti alle piccole difficoltà, non ringraziano, ma con arroganza ripetono una … Continua a leggere

Pubblicato in Prendimi ma di non-sense stendimi | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Goffredo, il Game Boy e il deretano della Regina

  Buongiorno, Goffredo. Buongiorno, Sir. Non chiamarmi “Sir”. Non siamo in Inghilterra e, cosa ancora più importante, non sono un “Sir”. Non è lei a decidere se merita o meno l’appellativo di Sir, signore. Ma non la contraddirei mai. Ah … Continua a leggere

Pubblicato in Prendimi ma di non-sense stendimi, Semi-serietà | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Ripresa

Viviamo in un’accozzaglia di false fantasie di disillusi mondi inattraversabili, costruite per noi da chi vede – o finge di vedere – la realtà, e cerca di tutelarci dallo sfinimento emotivo, come una madre ansiosa e un padre geloso. Edifichiamo … Continua a leggere

Pubblicato in Semi-serietà, sfoghi e affini | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Toma Halistar

Il tempo passa inesorabile, le distanze si dilatano e tornano pressochè sovrapposte in base all’umore. Ho bisogno di un nemico che conosco, che è umano e vigile, che mi consenta di avere un bersaglio per le mie freccette. Voglio un … Continua a leggere

Pubblicato in Me medesimo., sfoghi e affini | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Se vuoi essere l’oceano, sii pioggia

Il cielo terso regala una doccia fredda, sporca e appiccicosa come le mani dopo aver toccato il vasetto di miele, riposto con noncuranza nello sportello in alto della cucina. La doccia fredda di gocce amare regala un’epifania: siamo tutti amari … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Esercizio di riammanamento

Questo caldo sembra non voler andare via. Un po’ come la macchia di un gelato alla fragola su una camicia di lino bianca. Come il ricordo di chi è andato per sempre. Per il pensiero positivo, come la meraviglia di … Continua a leggere

Pubblicato in Prendimi ma di non-sense stendimi | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento